28 Nov Catturare il delta di rendimento dei Bonus Certificates


All’atto di emissione il prezzo di dei certificates è costituito da due componenti, quella lineare e quella opzionale.

La componente lineare è espressa semplicemente attraverso l’utilizzo del multiplo che rappresenta il rapporto di conversione tra prezzo del certificato e valore del sottostante.

Tale valore viene fissato all’emissione ed è una conseguenza diretta del rapporto tra prezzo del certificato e prezzo del sottostante.

Ad esempio un certificato che venisse emesso al prezzo di 100 euro, costruito su di un sottostante con valore di 2.500 punti avrebbe un multiplo di 0,04 (= 100 / 2.500).
Questo significa che se a scadenza la componente derivata dovesse essere priva di valore, il certificato replicherebbe l’andamento del sottostante in maniera lineare.

A fronte di un sottostante pari a 2.000 punti il valore del certificato sarebbe 80 euro (= 0,04 * 2.000).

In questo modo però non vi sarebbe alcuna differenza rispetto all’acquisto del sottostante.

Il vero punto di forza dei certificates è rappresentato dalla componente derivata, generalmente costituita
da una o più opzioni, il cui valore dipende in maniera non lineare dall’andamento del sottostante.

Prendiamo in considerazione un certificate di famiglia bonus, che già conosciamo.

Emittente: Unicredit
Data inizio negoziazione: 3-6-2008
Sottostante: Eurostoxx50
Strike: 3546,10
Barriera: 1773,05 (pari a -50% dal valore iniziale)
Scadenza: 11-3-2013
Bonus: 144% (equivalente ad un rimborso di Eurostoxx50 a 5106,38 a scadenza).

In breve, l’investitore riceverà, alla scadenza, 144 euro per ogni 100 euro investiti, sottostando alla sola
condizione che l’indice Eurostoxx50 non registri mai un valore di chiusura a fine giornata inferiore alla
barriera.

L’elemento interessante del prodotto consiste nel fatto che è possibile riceve il bonus predeterminato del
44% in tutti gli scenari (rialzisti, laterali e ribassisti), purché venga rispetta l’unica condizione sopra indicata.

Come avevamo già espresso nell’articolo “La genesi delle strategie recovery”, tale certificato si è
comportato molto bene e la strategia si è rivelata un successo, proprio grazie al fatto che la scadenza è
ormai abbastanza prossima e la barriera molto lontana dai valori attuali.

Questo il grafico comparato attuale:

Il delta di rendimento attuale del certificate è di circa 67 punti percentuali rispetto al sottostante, con
l’importante differenza che il risultato è positivo del 35,50%, contro un indice negativo del 31,50%.

Adesso osserviamo però più nel dettaglio quanto è successo nel terzo trimestre del 2011

In circa due mesi il mercato ha perso 28 punti, mentre il certificate è sceso di 41 punti, con un delta di
rendimento a sfavore di oltre 13 punti…

Come è possibile ?

Semplicemente perché quando il certificato ha maturato un differenziale positivo di rendimento e il
sottostante scende, il punto di allineamento al multiplo è dato dalla barriera, quindi si crea un effetto leva sulle discesa.

Per questo motivo è importante monitorare l’andamento dei certificati di famiglia bonus e quando
hanno generato delta di rendimento è anche opportuno venderli prima della scadenza, incamerando
il differenziale di rendimento, per evitare di incorrere in spiacevoli sorprese, tipo quella dell’esempio
successivo:

Emittente: Macquarie
Data inizio negoziazione: 4-11-2010
Sottostante: Eurostoxx50
Strike: 2.873,55
Barriera: 2.000 (pari a -30% dal valore iniziale)
Scadenza: 11-7-2014
Bonus: 145% (equivalente ad un rimborso di Eurostoxx50 a 4166,65 a scadenza).

In questo caso il certificato ha amplificato la discesa, occorsa nel terzo trimestre del 2011, andando ad
infrangere la barriera in data 12-9-2011.

La differenza di rendimento è ora a sfavore di oltre 10 punti, a causa della perdita di valore della
componente opzionale.

Da notare che nel periodo che ha preceduto l’evento, il certificato è sceso molto più velocemente del
mercato, anticipando la perdita di quei punti, resi irrecuperabili dalla rottura della barriera.

Di seguito una semplice tabella, con alcuni esempi di certificati su Eurostoxx50 e FTSEMIB che in questo
momento presentano un delta di rendimento positivo.

In caso di possesso

    è utile valutarne una presa di profitto per eventualmente spostarsi su prodotti di nuova emissione, il cui delta di rendimento deve ancora iniziare a maturare.
ISIN SOTTOSTANTE EMITTENTE CERTIFICATO SOTTOSTANTE DIFFERENZA
DE000MQ3DHN1 Eurostoxx 50 MACQUARIE -5,58% -11,00% 5,42%
IT0004574163 Eurostoxx 50 BANCA ALETTI 12,50% -6,72% 19,22%
NL0009099894 Eurostoxx 50 BNP PARIBAS 0,30% -15,37% 15,67%
DE000MQ2EM79 Eurostoxx 50 MACQUARIE -0,56% -10,57% 10,01%
XS0617557722 Eurostoxx 50 ING BANK 1,59% -10,68% 12,27%
NL0009330828 Eurostoxx 50 BNP PARIBAS 13,85% -13,67% 27,52%
IT0004717648 Eurostoxx 50 BANCA ALETTI -4,75% -11,07% 6,32%
NL0009525815 FTSE Mib BNP PARIBAS 0,95% -15,57% 16,52%
DE000MQ4HVC4 FTSE Mib MACQUARIE -3,07% -6,73% 3,66%
DE000HV8F579 FTSE Mib UNICREDIT 23,40% 4,99% 18,41%
IT0004627938 FTSE Mib BANCA ALETTI -2,00% -24,01% 22,01%
NL0009527795 FTSE Mib BNP PARIBAS 6,25% -4,74% 10,99%
IT0004483795 FTSE Mib BANCA ALETTI 12,90% -22,36% 35,26%
DE000MQ4HV99 FTSE Mib MACQUARIE -1,15% -6,73% 5,58%
DE000MQ49KS4 FTSE Mib MACQUARIE 18,69% 4,29% 14,40%
DE000MQ4HVB6 FTSE Mib MACQUARIE -1,56% -6,72% 5,16%

Ufficio Studi – First Solution